vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
Tu sei qui: Home / Visita / Scuole / Percorsi didattici / IL RISVEGLIO DI SANDRONE - OREOPITHECUS BAMBOLII

IL RISVEGLIO DI SANDRONE - OREOPITHECUS BAMBOLII

Da 6 a 11 anni

DURATA: h 2.00/3.00

TIPOLOGIA FORMATIVA: scoperta/informazione

OBIETTIVI: ricostruire attraverso i fossili, l’habitat e il modo di vivere degli animali vissuti nel Miocene (9-7 milioni di anni fa); favorire la comprensione dello sviluppo della storia nei suoi aspetti naturalistici (Evoluzione-Adattamento-Estinzione); favorire un approccio alla metodologia scientifica della ricerca paleontologica e del pensiero scientifico (ipotesi-analisi-verifica-tesi); valorizzare i reperti del Museo come fonte storico/scientifica

 

Il percorso didattico si compone di tre parti:

Prima parte: aula Vialli. Oreopithecus bambolii (perché ritrovato sul monte Bambolii in provincia di Grosseto), soprannominato Sandrone dai Toscani, è il protagonista di questo itinerario.

L’eccezionale reperto, che si osserva all’inizio del percorso, venne donato da Johannes Hurzeler negli anni ’60 a Vittorio Vialli, allora direttore del Museo. Dall’osservazione attenta degli elementi scheletrici, scopriamo che questo primate presenta una sorta di mosaico di caratteri che lo avvicinano alle scimmie in senso stretto, alle grandi scimmie antropomorfe e agli ominidi.

Oreopithecus è quindi un primate che, in seguito ad una evoluzione di tipo insulare, legata all’ambiente in cui viveva, ha acquisito caratteristiche molto particolari.

Seconda parte: visione dell’itinerario multimediale “Il risveglio di Sandrone”. Il DVD multimediale, interattivo, lineare e narrativo è di grande coinvolgimento emotivo e vuole stimolare la dimensione fantacognitiva dei bambini. E’ stata scelta, infatti, come metafora il viaggio, immaginando che l’Oreopithecus si possa magicamente risvegliare dopo nove milioni di anni, uscire dalla sua vetrina e avventurarsi tra le sale del museo, per cercare i reperti fossili degli animali a lui coevi, ricostruendo così la propria storia. Il linguaggio è semplice, diretto e divertente.

Terza parte: visita al Museo. Attraverso l’osservazione dei reperti di flora e fauna del Miocene superiore, già incontrati dal nostro personaggio nell’itinerario virtuale, ricostruiamo l’habitat e il modo di vivere di Oreopithecus bambolii.

Contatti

Pubblicato

Aula didattica Collezione di Geologia "Museo Giovanni Capellini"

Referente:
Elide Schiavazzi

Via Zamboni, 63 - 40126 Bologna  

sma.museocapellini-didattica@unibo.it

+39 051 2094593

Orari

Dal lunedì al venerdì: 9.00 - 13.00